Sentenza del Tribunale di Bolzano segna svolta importante per i docenti precari

Grazie ad un ricorso promosso dalla categoria della scuola della Cgil/Agb con l’avvocato Mauro De Pascalis, un docente delle scuole secondarie altoatesine ha ottenuto il riconoscimento integrale degli anni di precariato.
Il giudice del lavoro del Tribunale di Bolzano, Alvise Dalla Francesca Cappello, ha infatti condannato la Provincia autonoma di Bolzano a ricostruire la carriera del docente considerando integralmente i servizi pre-ruolo e a pagare le differenze retributive maturate da supplente.
Accogliendo pienamente le tesi della Flc/Gbw, la sentenza ha disapplicato la normativa statale che non prevede alcuna progressione di carriera per i supplenti e, anche dopo l’assunzione a tempo indeterminato, riconosce solo parzialmente i servizi svolti. Questo modo di trattare i supplenti è stato infatti giudicato discriminatorio e in contrasto con la normativa europea.
La Flc/Gbw ritiene che la sentenza segni una svolta importante. Con precedenti ricorsi la categoria aveva già ottenuto il risarcimento dei danni retributivi subiti dai supplenti, ma fino ad ora i giudici bolzanini non avevano ritenuto di far correggere anche le ricostruzioni di carriera.
La Flc/Gbw invita tutti i docenti che hanno o hanno avuto una carriera precaria a rivolgersi agli uffici del sindacato per valutare l’opportunità di intraprendere analoghe vertenze.