Dl Recovery: Cgil/Agb, enti territoriali coinvolgano le parti sociali

“E’ positivo che la Camera, cogliendo alcune proposte di emendamento presentate dalla Cgil insieme a Cisl e Uil, abbia corretto il decreto per il Piano nazionale di ripresa e resilienza e introdotto un modello di relazioni sindacali e di confronto preventivo sugli investimenti del Piano”: lo afferma in una nota la segreteria della Cgil/Agb.

A livello locale il sindacato chiede, in base a quanto previsto dalla norma, tavoli di settore e territoriali finalizzati sui progetti di investimento e sulle ricadute economiche, ambientali e sociali. Per la Cgil/Agb va inoltre valutato l’impatto diretto e indiretto anche sui singoli ambiti comunali e per questo va attuato fin da subito il confronto preventivo sulle ricadute di questi progetti in ambito occupazionale.

La Cgil/Agb è convinta che la partecipazione delle parti sociali a tutti i livelli, incluso quello territoriale, sia fondamentale per garantire la tutela del lavoro e la coesione sociale.