Rinnovato il contratto collettivo provinciale per gli operai agricoli florovivaisti e guardiacaccia

Dopo una lunga e difficile trattativa, che ha visto impegnati la Flai Cgil-Agb e gli altri sindacati di categoria del settore agricolo per quasi un anno e mezzo, lo scorso 12 maggio 2021 è stato finalmente sottoscritto il rinnovo del contratto collettivo provinciale di lavoro degli operai agricoli, florovivaisti e guardiacaccia dell'Alto Adige.
L'accordo, stipulato con le associazioni datoriali Südtiroler Bauernbund, Agenzia Demanio provinciale, Coldiretti e Jagdverband, prevede un aumento salariale dell'1,7%, che verrà riconosciuto retroattivamente a partire da gennaio 2021 e alcune importanti novità nella parte normativa: ampliamento del diritto allo studio, rafforzamento della responsabilità dei datori di lavoro in materia di salute e sicurezza, miglioramento del trattamento economico in caso di infortunio sul lavoro e possibilità di attivare percorsi di apprendistato nell'ambito vitivinicolo/enologico.
Sono state invece respinte le pressanti richieste, da parte delle rappresentanze datoriali, di rendere più "flessibili" le prestazioni lavorative dei dipendenti modificando la definizione giornaliera dell'orario contrattuale.
Le organizzazioni sindacali si dichiarano soddisfatte per il risultato raggiunto, considerato anche che ad oggi, su 96 contratti provinciali agricoli complessivamente esistenti in Italia, solo meno di 20 risultano rinnovati.