Disoccupazione agricola: il 31 marzo scade il termine per la domanda

Il sindacato di categoria Flai della Cgil/Agb ricorda che il 31 marzo è l’ultimo giorno utile per presentare la domanda di disoccupazione agricola.
Questa prestazione previdenziale è erogata dall’Inps e riguarda tutti i lavoratori e le lavoratrici - in particolare a tempo determinato o stagionali - che nel 2020 hanno lavorato prevalentemente come braccianti in campagna, come operai forestali, in un magazzino di frutta, in un vivaio o come dipendenti di cooperative che trasformano prodotti agricoli e zootecnici. Il requisito minimo per avere diritto all’indennità è di 102 giornate di lavoro nel biennio 2019-2020.
Chi non avesse ancora presentato la domanda è invitato a rivolgersi tempestivamente alla più vicina sede del Patronato Inca.