Bilancio provinciale: “Nessuno sia lasciato indietro”
Il sindacato rivendica coinvolgimento

Per la segretaria generale della Cgil/Agb, Cristina Masera, la dichiarazione programmatica del presidente Arno Kompatscher contiene aspetti condivisibili e rappresenta, a partire dall’ottica europea, un traguardo per una società equa e giusta.

“Parlare di fiducia e di coesione sociale, affrontare uniti le sfide – continua la segretaria - è del tutto auspicabile. Il sindacato rivendica il coinvolgimento e la possibilità di dare il proprio contributo di pensiero, sia sulla futura sostenibilità sociale e sulla diminuzione delle diseguaglianze, sia sulla programmazione del futuro sviluppo economico della nostra Provincia”.

Per Masera, affrontare le sfide future uniti significa anche affrontare i problemi e le necessarie riflessioni sulla sanità o sul mancato rinnovo della scuola ad esempio, senza che questo venga preso come un atteggiamento distruttivo o disturbante.

“Le discussioni siano uno stimolo per ottenere un risultato migliore. Quando i principi di fondo ci accomunano, anche attraverso il dibattito si trovano le sintesi, perché nessuno in questa terra sia lasciato indietro e perché nessuno utilizzi le risorse che prendiamo in prestito dalle future generazioni. La sfida del 2021 sarà questa perché la coesione nasce dalla riflessione comune su obbiettivi, mezzi e percorsi”, conclude in una nota Masera.