Uniformità di intenti con la Giunta provinciale rispetto alle politiche attive del lavoro

Questa mattina si è svolto un importante incontro tra le confederazioni sindacali, il Presidente della Giunta Provinciale Arno Kompatscher, la Ripartizione Europa e la Ripartizione Lavoro.

Difficile valutare in termini quantitativi e qualitativi la crisi economica che potrebbe seguire quella sanitaria. Di certo sarà importante imparare dagli errori del passato, perché appena finirà il blocco dei licenziamenti si vedranno i veri impatti in termini di aumento della disoccupazione anche in Alto Adige.

Per questa ragione abbiamo sollecitato la Giunta Provinciale a programmare interventi in 4 ambiti strategici:

• Monitoraggio permanente del mercato del lavoro per individuare e valorizzare le competenze dei disoccupati rispetto alle professionalità che verranno richieste dal sistema economico.

• Regia unica provinciale per la formazione continua al fine di permettere di utilizzare al meglio le risorse umane ed economiche disponibili sul territorio.

• Orientamento dei disoccupati con un ruolo attivo delle parti sociali.

• Accoglimento dell’avviso comune tra parti sociali nei confronti della Giunta per la creazione di un fondo interprofessionale locale sussidiario a quelli nazionali.

Le confederazioni sindacali sono convinte che la crisi legata alla pandemia covid -19 non permetta ulteriori rinvii per l’implementazione del cambio di paradigma necessario per ottenere in futuro la diffusione di un’occupazione di qualità.

Cristina Masera (CGIL/AGB)
Michele Buonerba (SGBCISL)
Toni Serafini (UIL-SGK)
Tony Tschenett (ASGB)