Sanità e pubblico impiego – rinnovo dei contratti di lavoro

Il rinnovo dei contratti di lavoro del personale pubblico a livello nazionale è a rischio. In queste ore il governo deve decidere se stanziare le risorse necessarie nella legge di bilancio. Se così non fosse sarà proclamato dopo lo stato di agitazione uno sciopero del pubblico impiego verso la metà di novembre. Questa situazione riguarda in Alto Adige il personale del settore degli enti statali.

Per il personale del pubblico impiego locale, della Sanità, della Provincia, dei Comuni e delle Comunità Comprensoriali ecc., i contratti vengono concordati a livello provinciale. Visto il finanziamento messo a disposizione per il triennio 2019-2021 stiamo contrattando il secondo contratto economico e stralcio dell’intercomparto relativo all’anno in corso e in parte all’anno 2021.

Siamo ripartiti anche con la contrattazione del comparto della sanità, dove abbiamo ricevuto conferma della volontà di finanziare in modo sufficiente il rinnovo del contratto in particolare per il personale sanitario e abbiamo aperto anche altri tavoli contrattuali. Non ci sembra pertanto necessario attualmente proclamare scioperi a livello provinciale, particolarmente in un settore delicato in questo momento come quello della sanità.

Rimane il fatto che anche anche nel nostro territorio manca un efficace piano complessivo di reclutamento di nuovo personale, volto a colmare le gravi lacune di organico presenti nelle pubbliche amministrazioni.

FP/ÖDV – SGBCISL Claudio Scrinzi 
FP/ÖD – AGB CGIL Angelika Hofer 
FPL - UILSGK  Monica Murari