Omofobia - Appello sindacati alla politica: “Serve un forte segnale di civiltà”

Cgil/Agb, SgbCisl e Uil-Sgk, presenti affianco all’associazione Centaurus Arcigay, promotrice anche a Bolzano, come in numerose altre piazze in Italia, di un sit-in per chiedere, il prossimo 20 ottobre, un voto a favore della legge per contrastare l'omotransfobia e la misoginia, hanno lanciato un appello diretto ai deputati altoatesini.
Lo hanno fatto da una piazza Magnago, dipinta di bandiere arcobaleno: “Il Parlamento ha l’occasione di approvare finalmente una legge che colmi un grave vuoto che esiste nella legislazione e nella società italiana – hanno dichiarato – è un segnale di civiltà che è necessario dare per tutelare chi ancora oggi è vittima di discriminazioni”.
I sindacati confederali, unitamente ai rispettivi Coordinamenti donne e di tutela di genere, chiedono ai quattro deputati eletti in Alto Adige di voler approvare la proposta di legge tutelando così chi subisce discriminazioni e violenze inaccettabili in un paese che ha nella propria Costituzione il principio della pari dignità sociale”.