Primo Maggio

Il lavoro in sicurezza per costruire il futuro”; è lo slogan di Cgil, Cisl e Uil per questo Primo Maggio, una festa del lavoro che con l’emergenza del Covid-19 non sarà di certo quella degli anni passati. Le iniziative per la festa dei lavoratori potranno essere seguite sull’apposita pagina Facebook.

L’attenzione dei sindacati per la tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori è alta anche nella fase della lenta riapertura delle attività, che vedrà tantissimilavoratrici e lavoratori tornare ai posti di lavoro.

I segretari generali delle tre Confederazioni sindacali altoatesine Cristina Masera (Cgil/Agb), Michele Buonerba (SgbCisl) e Toni Serafini (Uil-Sgk) ricordano come il sindacato abbia firmato accordi e protocolli di sicurezza con le controparti e il Governo che vanno applicati rigorosamente.
“Siamo favorevoli alla ripresa, ma in piena sicurezza per tutti. Per noi la sicurezza dei lavoratori è sempre stata una priorità, e a maggior ragione in questo periodo difficile. Controlleremo le imprese sul rispetto delle regole e denunceremo eventuali inosservanze, ma invitiamo anche i lavoratori a seguire con rigore quanto previsto da leggi e accordi tra le parti per la propria salute e quella dei propri cari.”
“Le future norme sulle aperture andrebbero discusse con tutte le parti sociali e gli esperti sanitari, senza forzature. Particolare importanza rivestono anche la sensibilizzazione delle aziende e un'adeguata informazione ai lavoratori sui possibili rischi”, così i segretari generali in una nota.